LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA: GIUSEPPINA GHERSI

Ecco la storia, abbastanza sconosciuta, di Giuseppina Ghersi. Perché in periodo di guerra non è così semplice distinguere tra bene e male, buoni e cattivi. Ogni storia deve essere valutata per ciò che è nella sua singolarità senza generalizzare. Giuseppina era una bambina di 13 anni, pestata, stuprata e infine giustiziata dai partigiani comunisti con l’accusa di essere al servizio del regime fascista. Studentessa delle magistrali, fu premiata da Mussolini in persona per aver svolto con merito un concorso a tema. Questa fu la sua colpa. Il 25 aprile 1945 venne sequestrata insieme ai genitori e portata alla scuola media GuidoBono a Legino, adibito a campo di concentramento per i fascisti. Le tagliarono i capelli e le cosparsero la testa di vernice rossa. Fu picchiata e seviziata sotto lo sguardo del padre, che vedeva anche la moglie subire le stesse angherie. Il 30 aprile infine, la bambina venne giustiziata con un colpo di pistola alla nuca.

Immagine

4 pensieri su “LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA: GIUSEPPINA GHERSI

  1. Un periodo storico drammatico, in cui tutti, da un lato e dall’alto della barricata, hanno commesso atrocità inenarrabili 😦
    Povera vittima, povera bambina sacrificata sull’altare delle ideologie, non la prima, purtroppo, non l’ultima 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...