LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA: OLIMPIADI DI SANGUE

6 dicembre 1956, ore 15.25, Melbourne, piscina del Crystal Palace.

Ungheria e Unione Sovietica si affrontano nella semifinale dl torneo olimpico di pallanuoto. Da pochi giorni i carri armati sovietici sono entrati a Budapest e represso nel sangue la Rivoluzione magiara.

Gli ungheresi si prenderanno in acqua la loro effimera, ma orgogliosa, rivincita, quella che viene chiamata ancora oggi “la partita del sangue nell’acqua”.

Tra magiari e sovietici finirà 4 a 0, tra risse, esplusioni, colpi proibiti; e i giocatori sovietici rischiarono di essere aggrediti da alcuni spettatori quando Prokopov colpì al volto l’ungherese Ervin Zador, costretto ad abbandonare il gioco col volto insanguinato.

Gli ungheresi conquisteranno poi il titolo battendo per 2 a 1 in finale la Jugoslavia, ma nella storia delle Olimpiadi (e non solo) rimarrà per sempre il trionfo contro l’Unione Sovietica. 

2 pensieri su “LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA: OLIMPIADI DI SANGUE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...