LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA : SCEMI DI GUERRA

Questa foto è agghiacciante, posso solo immaginare l’orrore che quegli occhi abbiano dovuto subire.

Ecco una foto della quale si conosce solo il titolo: “Shell shocked soldier”, 1916.

Non si sa bene chi sia il soldato in foto.
Lo shell shock è conosciuto anche come “Sindrome da stress post-traumatico” e si manifesta comunemente con attacchi di panico, ansietà, tendenze suicide, aggressività ingiustificata e depressione.
Nel corso della Prima guerra mondiale, quella contro l’ Impero austro-ungarico, non ci sono stati solo morti e feriti sul campo; molti soldati sono stati colpiti da una strana sindrome e hanno cominciato a dare segni di squilibrio. Era lo shock da combattimento (shell shock), malattia mentale sconosciuta all’epoca del conflitto.

Portati nei manicomi, incontravano psichiatri che non sapevano come affrontare questa patologia e applicavano terapie sbrigative, quasi sempre l’ elettroshock, utili però a rispedirli al fronte nel minor tempo possibile. Solo per i casi più gravi era previsto un ricovero. Un documentario di Enrico Verra, «Scemi di guerra», ha reso giustizia a quei poveri contadini male equipaggiati, terrorizzati e affamati, costretti a vivere per mesi e mesi in trincee disumane che hanno subìto un doppio insulto: quello della ferita di guerra e quello del ritorno a casa, dove erano considerati come reietti, quasi che la colpa della malattia fosse solo loro.
Uno degli esempi più interessanti di shell shock lo ritroviamo in letteratura, precisamente nel personaggio di Septimus, uno dei protagonisti di “Mrs. Dalloway” (Virginia Woolf).

8 pensieri su “LE FOTOGRAFIE CHE HANNO FATTO LA STORIA : SCEMI DI GUERRA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...