IN FISSA CON I PANCAKE … SALATI QUESTA VOLTA!!!

Come avevo già fatto qualche tempo fa ho preparato dei pancake salati, stavolta alle zucchine e pesto , ottimi, profumati e da farcire come meglio si crede 🙂 io ho optato per una farcitura di ricotta fresca e pomodorini confit !!!

Per i pancake di soli albumi procedete come in questa ricetta  aggiungendo al composto zucchine rosolate tritate e un cucchiaio di pesto alla genovese, per quanto riguarda i pomodori confit  sono semplicissimi.

Prendete dei pomodorini ,quelli che preferite , io non avevo ciliegini e ho utilizzato dei perini, maturi ma sodi , li ho tagliati a metà, sistemati sulla placca da forno ( che nel frattempo stava riscaldando a 140 gradi ) conditi con sale, olio evo, zucchero e origano.

Lasciateli cuocere per circa un’ora , dipende anche dalla dimensione del pomodorino, devono perdere i liquidi ma senza seccarsi troppo!!!

Il risultato sarà ottimo e potrete utilizzarli per diversi gustose ricette ,sono ottimo anche accompagnati agli arrosti per esempio , o tagliati a pezzettini per condire una pastasciutta 🙂 

Ma torniamo ai nostri pancake salati !!

500 ANNI DI RITRATTI FEMMINILI IN 3 MINUTI

BUONGIORNO!!!

Vi auguro il buongiorno con una foto dalla piccolissima isola di Sant’Anastasia che si trova al largo di Burgas 🙂 

DCIM100GOPRO

CUCINA TIPICA SARDA: PANE ZICHI AL SUGO DI SALSICCIA

Il pane zichi è un pane tipico sardo, più specificatamente della zona chiamata Logudoro e in particolare da Bonorva, è riconosciuto a livello nazionale come P.A.T. cioè prodotto agroalimentare tradizionale.
02_pane-zichi-cottura
Conosco questo prodotto da poco tempo nonostante sia sarda perchè non proviene dalla mia zona, il Campidano, in cui è molto più diffuso il conosciutissimo pane carasau.
Come ogni buon italiano che vive all’estero anche la mia valigia è carica di cibarie tipiche 🙂 perciò oggi ho potuto preparare questo piatto.

PANCAKE GOLOSI

Eccomi qui, dopo una nottata quasi insonne a preparare una buona colazione per fare in modo che la domenica inizi nel migliore dei modi.
Buona, dolce al punto giusto, corroborante!!! Cos’è??? Colazione a base di pancake 🙂
INGREDIENTI PER DUE PERSONE :
60 g.di farina
1 uovo
12 g. di burro
100 ml. di latte
8 g. di zucchero
3 g. di lievito per dolci
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:
Dividere il tuorlo dall’albume e unire al tuorlo latte e burro fuso, mescolando energicamente.
Aggiungere la farina e il lievito e amalgamare bene il composto.
Da parte montare a neve gli albumi con lo zucchero e il pizzico di sale.
Unire gli albumi montati al resto del composto e amalgamare per bene.
Una volta pronto si procede con la cottura in una piccola padella antiaderente ben calda, far dorare i pancake su i due lati e servire con mille varianti, nutella , sciroppo d’acero ( classico americano) ,frutta e tutto ciò che la fantasia vi ispira !!!

ABBRACCI CONTAGIOSI !!!

LE STORIE CHE FANNO BENE AL CUORE

Quando pensi che il mondo sia senza speranza, quando la cronaca ti racconta solo di omicidi, terrorismo e dolore arriva quella storia che ti fa bene al cuore, perchè la speranza nel genere umano a volte vacilla con tutto il male che ci circonda.

Non lo nego a volte sono presa dallo sconforto  perchè il male  spesso si nasconde dietro le sembianze di un vicino di casa, di una finta amica perbenista omertosa che tiene nascosto il marito violento, di un piccolo giovane bullo che maltratta segretamente un bambino più debole ed è difficile da combattere , da annientare.

Cerchiamo di aggrapparci a quel poco bene che c’è in ogni modo possibile, un bambino che accarezza un cane  randagio,un ragazzo che porta le buste della spesa ad un’anziana donna, alla gattara che si allerta ad ogni miagolio sospetto, a chi dedica il proprio tempo libero con un naso rosso finto in una corsia d’ospedale per rallegrare delle giovani vite già tanto afflitte da tremende malattie.

Lui è uno di quei motivi per cui aggrapparci al bene , si chiama Mark Bustos ed è un noto hair stylist che vive a Manhattan e che ha deciso di utilizzare il suo unico giorno libero per fare del bene ai senzatetto, ovviamente a modo suo, facendo un bel servizio gratuito di barba e capelli.

Si porta appresso tutto l’occorrente e lascia stupiti i suoi ” clienti” , questo giovane dona loro una dignità perduta, o solo accantonata dalle tragiche vicissitudini della vita.

Basterebbe così poco per rendere il posto un mondo migliore e la mia non è retorica, è pura realtà, il fare del bene dovrebbe essere una pandemia, alla faccia dei potenti che vogliono le guerre e il controllo del mondo con il denaro, un piccolo gesto fa davvero la differenza!!! 

BULGUR, MANGIANDO CON LEGGEREZZA

Questa estate ho scoperto il bulgur, leggero , fresco, velocissimo da preparare e con poche calorie, che vogliamo di più???

Oggi l’ho preparato nel modo più semplice possibile , cioè in insalata con pomodori rosa bulgari, mais, tonno e basilico fresco.

Ho rubato questa sorta di insalata alla mia amica Joanna che, nonostante la mia reticenza , mi aveva fatto assaggiare il miglio con questi condimenti e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita.

Il bulgur ha una preparazione semplicissima e veloce, basta mettere dell’acqua a bollire in un tegame ( possibilimente antiaderente) le proporzioni dell’acqua sono 200 ml per ogni 100 grammi di bulgur, una volta portata a bollore si può mettere il bulgur , girare con un mestolo di legno per un minuto , coprire con un coperchio il tegame e lasciare che la cottura termini da sola, è molto simile alla lavorazione del cous cous , infatti anche questo dopo la cottura va sgranato e condito a nostro piacimento.

Ho fatto un impiattamento semplicissimo utilizzando un piatto tipico bulgaro che mi pareva adatto a questa ricetta rustica e saporita. 

Buon appetito!!! 

LEONI DA TASTIERA!!!

A volte penso che l’essere umano non dovrebbe essere completamente libero, mi spiego, non sono pazza  (almeno credo) , ma mi rendo conto che si fa un uso completamente errato della propria libertà di espressione spesso e volentieri ledendo altre persone in maniera sconsiderata!!! 

Questo è uno degli effetti collaterali dei social come facebook e twitter in cui i famosi leoni da tastiera, cioè individui ,che di per se valgono una mezza tacca , che attaccano , aggrediscono e inveiscono senza usare il cervello , senza la minima diplomazia o pacatezza.

Spesso mi soffermo più nei commenti del popolo dei social che nelle notizie in se, proprio per cercare di capire, per vedere che faccia ha la persona che offende gli altri per un commento, oppure i frustrati che scrivono perennemente contro il genere femminile o viceversa, e la cosa più assurda è che queste persone hanno facce comuni, sono giovani, adulti,universitari, madri , insomma queste persone potrebbero essere i miei vicini di casa che dietro una tastiera scaricano le loro frustrazioni in maniera feroce e distruttiva.

Parlo di questo argomento dopo i commenti letti ieri contro quei militari rimasti tragicamente uccisi nell’incidente coi tornado.

Commenti assurdi, vergognosi , fatti da pseudo pacifisti che hanno il culo al caldo dietro la tastiera di un pc e che non sanno minimamente di missioni umanitarie, di difesa militare e che non sanno che se possono fare gli sboroni dietro una tastiera lo devono al fatto che la nostra libertà di espressione l’abbiamo anche grazie a chi tutela la nostra democrazia ogni giorno.

Non  finirò mai di ripetere che manca una cosa fondamentale oggi, il rispetto, nessuno ha più rispetto per nulla, per i morti, per i vivi, per i bambini per gli animali, per le credenze religiose altrui, è davvero vergognosa l’epoca in cui stiamo vivendo e non oso immaginare dove andremo a finire.

Concludo con il ricordo di queste giovani vite spezzate che hanno lasciato dietro di loro una scia di dolore nelle persone che ora li stanno piangendo, potevano essere i fratelli , le sorelle , i flgli e i genitori di tutti noi, pensiamoci.

LINGUINE AL PESTO DI ZUCCHINE E GAMBERONI

Avrei voluto le trofie fresche ma non le ho trovate e decisamente non avevo il tempo di prepararle a mano, allora ho ripiegato con le linguine 🙂 

Il mio pesto di zucchine è semplicissimo, basta prendere una bella zucchina freschissima, una manciata di mandorle , abbondante basilico , uno spicchio d’aglio , olio evo , sale e grana grattugiato e mettere gli ingredienti nel tritatutto. 

Una volta preparato il pesto basta rosolare dei buoi gamberoni freschi e il gioco è fatto, come sempre la semplicità e la purezza dei prodotti freschi senza troppe lavorazioni è fantastica !!!