VELLUTATA PROFUMATA AL ROSMARINO

Quando ieri ho cucinato la zucca in forno e ho preparato la purea, ottima anche da mangiare così semplicemente col cucchiaio , ho notato subito che era tanta 🙂 meglio così ho pensato tra me e me ❤ e allora ho deciso semplicemente di aggiungere qualche mestolo di brodo di pollo e fare una buonissima vellutata da accompagnare con dei grissini casalinghi al rosmarino ( fatti con gli avanzi di pasta da pizza) , per dare croccantezza al piatto ho aggiunto dei semi di zucca tostati e qualche goccia di panna acida , e voila il mio pranzetto di oggi….

Ora vado a controllare l’impasto della pizza per questa sera…è venerdì non si può sgarrare ❤

Ricetta

500 grammi di zucca

300 grammi di patate

1 porro

 1 litro di brodo 

sale

semi di zucca

panna acida

Procedimento

Tagliate la zucca e le patate a dadini, fate soffriggere in poco olio evo un porro tritato finemente dopo qualche minuto aggiungete la zucca e le patate tagliate a dadini,versate il brodo, coprite e  fate cuocere per circa un’ora a fiamma media, aggiustate di sale se necessita.

Prendete il frullatore ad immersione e direttamente nella pentola frullate bene al fine di ottenere un composto vellutato e senza grumi.

Potete ora versare nei piatti e arricchire con dei semi di zucca ( ovviamente sgusciati) e un cucchiaino di panna acida, oppure per i più conservatori un velo di parmigiano grattugiato e crostini dorati al forno 🙂

P.s. Potete ottenere lo stesso risultato lessando patate intere e zucca a grosse fette durante la cottura del brodo stesso 🙂

Buon appetito!!! ❤

 

 

AMERICAN HORROR STORY

Oggi sarebbe stato il compleanno della suora che scrisse e cantò la famosissima canzone Dominique, tornata alla ribalta grazie alla serie tv American horror story, che personalmente adoro 🙂

Nonostante le mie paure mi ostino a vedere i film horror , mi piace l’adrenalina che mi danno, anche se poi ho difficoltà per alzarmi per andare al bagno la notte,infatti dopo minuti per decidere se alzarmi o meno accendo tutte le luci possibili che manco lo stadio di San Siro !!!!

Ma non è delle mie paure che volevo parlarvi …. ma della storia celata dietro questa semplice orecchiabile canzone , che per precisare, dopo questa serie tv, mi mette i brividi!!!

Infatti c’è dell’horror anche dietro questa canzone e sta nella vicenda della suora che l’ha cantata Jeanine Deckers, conosciuta come Suor Sorriso, in religione Suor Luc-Gabriel (nata Jeanne-Paule Deckers; Bruxelles, 17 ottobre 1933– Wavre, 29 marzo 1985), è stata una cantante belga, già suora della congregazione delle domenicane missionarie di Nostra Signora di Fichermont di Waterloo.

Il successo cambiò la sua vita tanto che decise di lasciare il convento, non sopportando più le proibizioni e le pressioni della vita monastica. Intraprese quindi la carriera di cantante a tempo pieno, incidendo nel 1967 l’album I’m not a star. Dopo l’insuccesso di quest’ultimo, però scomparve misteriosamente dalla circolazione.

La tomba di Jeanine Deckers eAnne Pecher a Wavre

Morì nel 1985, in un doppio suicidio messo in atto insieme alla compagna Anne Pecher, anche lei ex suora, dopo che il governo belga aveva chiuso una scuola per bambini autistici.

La triste storia finita in suicidio è probabilmente è il motivo per quale gli autori hanno scelto questa canzone…