UNA DOMENICA A VARNA

Io e il Safety abbiamo deciso che ogni domenica , tempo permettendo, ci faremo delle belle gite naturalistiche per la Bulgaria , per gustarci gli ultimi mesi in questo stato che ci ha ospitati per due anni 🙂

La scorsa domenica abbiamo scelto Varna, regione a nord di Burgas, anch’essa sul mare e ricca di laghi e stagni , habitat perfetto per gli uccelli.

Dopo qualche ricerca in rete abbiamo trovato un’oasi naturalistica che si chiama YATATA, che ospita tantissime specie e il nostro scopo è cercare di immortalarle al meglio, anche se siamo ancora dei principianti.

Tentiamo anche il giro in battello su un fiume, ma in pieno inverno non c’è anima viva ad accoglierci e dobbiamo demordere, allora dritti verso l’area protetta!!!!

Ci troviamo davanti un bellissimo posto che costeggia un grande fiume e ricco di zone paludose e laghetti , uccelli di tante specie ovunque , dalle anatre ai rapaci!!! Sembra primavera, il tempo ci ha assistito, e quelle enormi distese di prato verde sono davvero rassicuranti … l’unico neo ( molto grave direi) è la spazzatura, ovunque, bottiglie, buste di plastica , scatolame a deturpare quel posto meraviglioso.

Non capirò mai il genere umano che non rispetta minimamente la propria terra a maggior ragione in luoghi del genere, tutto questo non ha senso è proprio una grossa carenza culturale dei bulgari, per loro è tutto una grande spazzatura in cui gettare la loro sporcizia !!!! Mi fa una rabbia terribile…

Ma passiamo oltre, anche se penso di essermi lamentata tutto il giorno per questo schifo!!

Iniziamo a fare scatti mentre passeggiamo, cerchiamo di appostarci perchè gli uccelli sono terribilmente timorosi, e chi non lo sarebbe?! è periodo di caccia !!!

Ci sono tantissime folaghe che stanno arrivando in enormi stormi, cormorani di diverse specie , quelli che preferisco sono quelli neri e bianchi, anatre varie , germani reali, cigni bianchi , aironi bianchi e cenerini , insomma… abbiamo di che sbizzarrirci…

Ma sono attratta soprattutto dalle decine di rapaci che circondano la zona, sono tantissimi , di diverse specie, che a dire il vero devo ancora imparare a riconoscere!!

Uno in particolare mi ha colpito, un falco molto grande dalla testa bianca, bellissimo che per un caso fortuito si trovava a terra proprio a pochi metri da me , dietro ai cespugli e che ho scambiato per una lontra ahahahah che c’entrava poi la lontra non saprei…

Purtroppo restiamo delusi dagli scatti, ci appostiamo per cercare di beccare la mitica testa bianca nuovamente da vicino e scopriamo di esserci appostati in pieno territorio di caccia dei rapaci, c’erano diverse carcasse di altri uccelli tra cespugli e alberi… Visto che la missione non è andata a buon fine e il tempo è tiranno decidiamo che torneremo magari in primavera 🙂

Andiamo via da li e ci dirigiamo verso quella che viene chiamata la foresta pietrificata, Pobiti Kamani in bulgaro ,si compone di numerosi gruppi di insolite colonne di pietra, la maggior parte delle quali raggiunge un’altezza tra i 5 e i 7 metri, e con uno spessore che varia dai 0,3 ai 3 metri di diametro.

I curiosi pilastri di pietra coprono un’area totale di quasi 7 km², con gruppi minori di colonne un po’ più distanti dal centro. Certamente, le rocce che si trovano nel cuore della ‘foresta’ sono le più importanti, le quali da sole coprono una superficie di quasi un chilometro.

Noto subito dall’altro lato della strada un branco di cani randagi , si trovano all’interno di un terreno e forse qualcuno si prendere generosamente cura di loro.

Come sempre abbiamo in macchina qualche barattolo di pappa destinato agli sfortunati che incontriamo nelle nostri gite, non potendo fare altro per loro, il Safety mi intima attenzione in quanto sono un branco, ma glielo leggo negli occhi che sono buoni e quelle codine parlano da sole, corro verso di loro e gli porto quello che avevo da mangiare e loro affamati e felicissimi mi ringraziano e sono costretta a farli allontanare per evitare che mi seguano sulla strada… mi lasciano sempre tristezza queste cose, vorrei fare altro per loro, di più , molto di più…. 

Con un po di malinconia torniamo verso la nostra casetta a Burgas , dove ci attende la nostra strega pelosa che avrà poltrito tutto il giorno

 

 

7 pensieri su “UNA DOMENICA A VARNA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...