TUTTI UGUALI, TUTTI DIVERSI…

Ultimamente sempre più alla ribalta l’argomento di una legge che approvi anche in Italia finalmente i matrimoni omosessuali e le adozioni, in un paese cattolico in cui la chiesa ha tanta importanza anche sul piano politico non è semplice, anche se questo Papa mostra un’apertura mentale non indifferente e propensa al cambiamento.

Celebra  così una frase che ho letto su facebook ” non ho nulla  contro Dio, è il suo fan club che mi spaventa “ , tristemente vero, come ho potuto toccare con mano , a volte il bigottismo peggiore arriva non direttamente dal clero ma dal suo entourage!!

Come si capisce bene sono assolutamente a favore di matrimoni e adozioni gay, gli altri paesi ci hanno dimostrato che si può con successo realizzare una legge che finalmente conceda dei diritti civili ai cittadini che combattono questa discriminazione da troppo tempo.

Ho diversi amici omosessuali a cui voglio veramente bene, ho sempre frequentato locali omosessuali senza problemi, spettacoli di Drag Queen, che trovo divine e spesso più femminili di tante donne odierne 😉

Vorrei porvi delle  domande …. vi siete mai chiesti cosa si prova a sentirsi diversi? Ad essere derisi sin da bambini per un atteggiamento che per voi è la cosa più normale del mondo? Ad aver paura di confessare la vostra essenza anche alle persone più care e i vostri genitori per paura di non essere accettati ? 

Vi lascio con questo video che è una sferzata di emozioni ❤

PIRATI ED EDUCAZIONE AMBIENTALE…

Sono sempre in movimento e macino chilometri ogni giorno tra esplorazioni o semplici passeggiate per la città e i suoi meandri nascosti.

Il bello dei bulgari e degli abitanti di Burgas nello specifico è la loro partecipazione agli eventi cittadini, siano essi importanti oppure di poco rilievo, le persone si affollano con grande enfasi ad ogni piccolo , grande evento organizzato per loro e questo gli fa davvero merito perchè rendono la città sempre molto viva.

Cosa avrò scovato di bello stavolta da mostrarvi?

Essendo sempre super informata grazie ad internet ( che non smetterò mai di ringraziare ) ho deciso che invece di andare in spiaggia visto il forte vento sarebbe stato carino andare a vedere una piccola imbarcazione che si trova nel porto turistico (appena costruito) che mi sa di nave dei pirati!!!

Come avrete già capito, sono come una bambina , amo tutto ciò che mette in moto la fantasia, i pirati sono davvero interessanti e dopo l’interpretazione di Johnny Depp sono pure sexy 🙂

La cosa carina è che questa imbarcazione viene utilizzata per fare educazione ambientale per grandi e piccini , segno di grande civiltà e voglia di cambiare, infatti fa parte di un progetto più ampio che vede i cittadini volontari che puliscono spiagge e aree protette, davvero una bella iniziativa !!!

TENTAZIONI DI FRAGOLE

Vi ho lasciato un pochino in arretrato coi dolcetti preparati nelle ultime settimane, siccome le temperature aumentano e la frutta di questa stagione è buonissima ne approfitto per mostrarvi qualche delizia preparata con le fragole ❤

Belle e gustose, le fragole sono tra i miei frutti preferiti e riescono a conferire ai dolci quel tocco in più 🙂

Questi sono i dolcetti della domenica , perchè dal lunedì si riprende sempre la dieta ❤

DUE ANNI DI BURGAS !!!

Sono trascorsi già due anni? Me lo chiedono in tanti e in effetti se ci penso il tempo vola davvero, tanti avvenimenti, cambiamenti sono intercorsi in questi due anni qui a Burgas.

Ho imparato ad innamorarmi di questa città e pensare con tristezza il giorno che andrò via, nonostante un primo impatto che mi ha spiazzata, ricordo ancora il primo giorno, tutte quelle scritte in cirillicooooo, oh mio Dio , pensavo 🙂

Ma ora mi viene automatico leggerle, e non sono più così spaventose, il vociare incomprensibile delle persone in centro, mi piace , mi culla nelle mie lunghe passeggiate in questa bella città , decisamente a misura d’uomo , che vive un fermento continuo , di feste, manifestazioni culturali, cambiamenti architettonici.

La cosa più bella rimane il parco affacciato sul mar nero, grandissimo, bello e sempre perfettamente curato, sembra di stare in un bosco , poi , ad un certo punto ecco la sorpresa, la lunghissima spiaggia e il mare!!! Bella sorpresa per una sarda come me, che sul mare c’è nata e che non può fare a meno dello scroscio delle onde sulla battigia o delle sferzate di vento sul viso .

La cosa che invece mi ha colpito di più negativamente è stata vedere le persone che rovistano nei cassonetti della spazzatura per raccattare qualsiasi cosa possa essere utile , perfino cibo… sono di solito gli zingari bulgari, un etnia diversa dai Rom che abbiamo in Italia, anche qui ci sono scontri culturali con la popolazione locale, ma sono irrisori in quanto la situazione qui è tenuta giustamente molto sotto controllo, tanti di loro sono occupati in mansioni di pubblica utilità come la pulizia delle strade e il giardinaggio.

Immaginavo decisamente più povertà quando sono arrivata qui, in realtà posso paragonare questa città all’Italia del dopoguerra, in crescita , con un livello di qualità della vita sempre in aumento costante e bambini a volontà!!!! Già, qui i bambini non mancano, non potete nemmeno immaginare 🙂 sicuramente questa città priva di delinquenza e pericoli è perfetta per crescere un bimbo !!

Ovviamente per una gattara come me questa città offre tanti spunti, infatti pullula di gatti, come ad Istanbul, in parte riescono a sterilizzare per contenere il fenomeno , ma è quasi impossibile arginarlo.

Sono quasi tutti docili e coccoloni, e in questi due anni la mia borsetta non è mai stati priva di una sacchetta di croccantini da distribuire durante le mie passeggiate 🙂

Un’altra cosa che mi ha lasciata attonita è il fatto che i bulgari invertono i cenni del si e del no con la testa, potete immaginare che casino ahahahhahaah!!! Sembra una cavolata, ma , credetemi, è una cosa che lascia perplessi e ancora dopo due anni mi confondono le idee con quel movimento !!

Ricordo ancora come fosse ieri, delle sirene fortissime, un altoparlante che pronunciava frasi incomprensibili, cerco di capire che succede, mi preoccupo parecchio , sembra di essere in un film di guerra!!! Dura tantissimo e io sempre più preoccupata mi affaccio al balcone per cercare di capire e la gente cammina per strada con tranquillità, questo mi calma un pochino… Morale della favola , in Bulgaria suona l’allarme antiaereo due volte l’anno ( tre se contiamo la festa di Cristo Botev ) per fare la prova audio in caso di attacco aereo… ho perso dieci anni di vita. ma , vabbè, ora mi sono abituata 🙂

Un altro evento che ha caratterizzato la mia vita qui a Burgas è stato il terremotoooo!!! 7.4 della scala richter , mica bruscolini…. ero a casa seduta sul divano e ha iniziato a tremare tutto, per un momento ho pensato di avere i capogiri, ma a quanto pare non ero io che giravo, il divano si è spostato, il muro ondeggiava , sembrava così morbido… la mia micia si è  nascosta terrorizzata , è durato forse un minuto o poco meno e siccome sono qui a raccontarlo posso dirvi che in un certo senso è stato divertente, come mi divertono i film horror e le montagne russe, è stata una bella scarica di adrenalina .

Non so ancora quando andremo via da qui , sarà a breve comunque e so già che mi mancherà questa bella città , ma sono già pronta ad affrontare una nuova avventura

2 anni a burgas

Dopo il dolce… l’amaro !!!

Tra le centinaia di fatti di cronaca che ci subissano il cervello di eventi negativi ce n’è stato uno che si è risolto abbastanza in fretta e che sta diventando una chicca per i soliti mass media ridicoli e incompetenti .

Si è parlato tanto dello stupro a seguito di una rapina avvenuto nei confronti di una tassista romana, dopo un identikit diffuso via media,  si è trovato il colpevole , che ha confessato , messo alle strette dagli inquirenti durante l’interrogatorio.

Fin qui pare tutto normale ( se di normalità si può parlare ) , come spesso accade c’è stato lo sputtanamento mediatico con le foto prese dal profilo fb dello stupratore, e anche questo ci sta, visto e considerato che si tratta di un reo confesso!!!

Ma poi arrivano i vari commenti dei media e non, infatti LO STUPRATORE, non è il “cesso sfigato” che ci si aspetta ! ma un normalissimo trentenne , anche piacente volendo , che secondo il concetto comune nonvavevabisognodistuprarenessuno come se esistesse lo stereotipo dello stupratore, brutto , osceno, inguardabile, come se il male avesse un volto, come se la depravazione fosse dipinta sulla faccia di qualcuno.

Questo mi ha molto stupita sinceramente, perchè mi fa capire che la gente non ha proprio capito nulla dell’indole umana e della cattiveria insita nelle persone.

Come se non bastasse sono arrivate le dichiarazioni della madre, ahhhhhhh le madri , spesso sono la rovina dei propri figli e sono completamente cieche alla realtà.

La donna fa questa dichiarazione “Mio figlio non è un mostro, nella vita ha sofferto tanto”. A parlare, in un’intervista concessa al Tempo, è anche un’altra donna distrutta da questa brutta storia: Giuliana, la madre di Simone Borgese. “Mio figlio deve pagare per quello che ha fatto. Però vi prego di credermi, vi supplico: Simone non è un mostro”. La signora Giuliana descrive suo figlio come “un ragazzo sfortunato” che ha sofferto tantissimo. “Dovete concedermi di spiegare a tutti chi è davvero Simone. Il figlio di un padre alcolizzato, un barbone, un violento con il quale ha vissuto da quando me ne sono andata via di casa nel 2005, stanca di essere picchiata e maltrattata ogni giorno”. Simone – continua la mamma – “si è sentito abbandonato due volte. Prima da me, dieci anni fa, poi dalla moglie. Soffriva da morire”.

Non se avrà a male la madre se le dico che non ME NE FREGA UN ACCIDENTI  del passato di suo figlio,  che di vivere con un alcolizzato violento non gliel’ha prescritto il medico in tutti questi anni , tante persone soffrono un’infanzia infelice a causa dei genitori e non per questo diventano degli stupratori.

Non dimentichiamo nemmeno il fatto che quest’uomo è padre di una bimba, che mi auguro non possa vedere mai più e che dalla condanna emessa scaturisca anche il decadimento della potestà genitoriale. 

In questa società piena di giustificazioni, nessuno si assume le proprie responsabilità, è colpa della crisi, è colpa del governo, è colpa della tv, è colpa delle amicizie, tutti santi mai nessun colpevole che ammetta i propri reati, le proprie nefandezze.

La cosa peggiore è che i media, ci sguazzano in  queste situazioni torbide e cercano di sminuire un reato gravissimo quale lo stupro in maniera veramente ridicola e irrispettosa per la vittima e per tutte le vittime di abusi sessuali .

Perciò ho deciso che pubblicherò le foto di questo STUPRATORE, affinchè tutti tengano bene a mente che il male ha molti volti, anche quelli che meno ci aspettiamo !!

Un dolce buongiorno

A furia di pubblicare dolci penserete che io sia una zucchero dipendente 🙂 invece è l’esatto opposto, vado matta per il salato… infatti il dolcetto ci sta bene solo la domenica ❤

Anche se in ritardo vi posto i bon bon al cioccolato, gustosi e belli da vedere , la ricettina ve la posto qui

PASSIONI AL GIORNO D’OGGI !!!

Quando si è curiosi di conoscere e scoprire non ci si annoia mai, perchè si scoprono anche accanto a noi dei posti meravigliosi che , purtroppo non tutti sanno cogliere ed apprezzare, perciò basta imbracciare le nostre reflex e andare alla ricerca di un angolo di natura , da poter immortalare, riuscire ancora a stupirsi della bellezza e delicatezza di una piccola farfalla azzurra, o di una rondine, l’euforia nello scoprire di aver fotografato per la prima volta un airone rosso, la ricerca attenta nello scoprire una cicogna nera…

Forse per alcune persone queste saranno cose banali ma , le passioni sane che ci conducono ad apprezzare , ammirare e rispettare la natura possono solo essere d’aiuto in questa terra così martoriata dal nulla assoluto!!!

Penso spesso al futuro e ai bimbi, che sono il futuro , che ormai vivono attaccati perennemente a questi maledetti ( benedetti se usati bene ) aggeggi elettronici, senza mai conoscere che significa sporcarsi nell’erba, accarezzare un agnellino, o semplicemente fare un pic nic su un prato.

I genitori hanno il dovere morale di insegnare ai bambini a conoscere, amare e rispettare la natura e gli animali , per avere un futuro migliore , ma tanti, troppi , scelgono la via più facile e drogano i loro figli a suon di tablet e cartoni animati rendendoli apatici a ciò che li circonda.

Se avrò un figlio spero di trasmettere tutto questo, voglia di scoprire, passione per le piccole cose e amore per la natura , perchè se vogliamo un futuro migliore , dobbiamo costruirlo!!!

Vi lascio le foto della scorsa domenica…

P.S. Ancora niente cicogna nera 😦

Mamma, la parola più bella del mondo!!!

Voglio dedicare questo video a tutte le mamme e in particolar modo alla mia, che nonostante tutte le difficoltà affrontate e che continua ad affrontare ogni giorno è sempre una presenza forte e costante nella mia vita, nonostante la distanza …

Credo non ci siano parole per descrivere la pazienza e i sacrifici fatti da chi quel bellissimo nome , mamma, se lo merita tutto, ogni giorno , da ormai una vita intera…

Godetevi questo video, perchè fa riflettere

UN TATUAGGIO PER RINASCERE

A volte basta poco per sconvolgerci la vita , una semplice visita di routine, per fare prevenzione e tutto cambia…

Il tumore al seno è una grande piaga nella vita di una donna, perchè oltre alla malattia e alla paura, c’è una fase postuma e chi non la vive direttamente non può capire, riprendere in mano la propria vita, cercare in qualche modo di sentirsi come prima, non deturpate da questo male, che, se preso in tempo è curabile o asportabile, ma che lascia le sue cicatrici per sempre, soprattutto quelle sul cuore ❤

Ecco perchè ad oggi si può fare tanto per riprendere in mano la propria vita e sentirsi rinascere con un nuovo e ritrovato equilibrio, si tratta del tatuaggio medicale post- mastectomia.

Per spiegarvi di cosa si tratta userò le parole di un’esperta, Rita Molinaro, tatutatrice medicale specializzata :
” Non si trattava – e non si tratta – di semplice dermo-pigmentazione, ma di veri e propri disegni artistici con effetti ottici in grado di restituire tridimensionalità (nel caso in cui le donne preferiscano non ricostruire il capezzolo) e di eliminare le discromie delle cicatrici dell’intervento chirurgico.

Non ci si improvvisa tatuatori medicali, qui il tatuaggio fa parte di un lungo percorso riabilitativo a cui le pazienti arrivano dopo l’asportazione del seno, le cure chemioterapie, che abbassano le difese immunitarie, e radioterapiche. Molti farmaci, inoltre, provocano delle reazioni cutanee e sensibilizzano la pelle. Anche il sostegno dello psicologo è fondamentale, perché molte pazienti non accettano la perdita del seno e la ricostruzione. Un tatuatore, per quanto bravo, non può agire da solo, ma deve lavorare a strettissimo contatto con l’équipe della breast unit”.

Voglio mettere anche il link dell’ A.N.D.O.S. associazione nazionale donne operate al seno, per chi volesse avere dei chiarimenti in merito, per se o per un’amica perchè queste sono le notizie da diffondere, un modo alternativo di vivere il post-operatorio rinascendo a nuova vita.

SIAMO SEMPRE IN FESTA !!!

Ebbene si, qui in Bulgaria siamo sempre in festa 🙂 feste nazionali, commemorazioni, feste folkloristiche , insomma non si finisce mai… e io ? Ovviamente sono sempre a zonzo a partecipare !!!!

Il 6 Maggio è la festa di San Giorgio e delle forze armate bulgare, la città in festa, tutti in giro, giovani , anziani , famiglie con bambini, approfittano del sole per godersi le varie parate militari, concerti e bande musicali sparsi per il centro città.

Io, dopo una breve tappa alla parata militare, mi sono diretta verso il nuovo porto turistico , che devo ammettere sta diventando proprio bello e ho deciso di visitare una bella nave militare ferma in porto a beneficio di cittadini e turisti :), per la precisione si tratta della “FREGATA GORDI “.

La fila era abbastanza lunga ma non mi ha scoraggiata , dopo aver preso i dati dei miei documenti , poveretto ci ha messo tre ore a pronunciare il mio nome e cognome 🙂 sono potuta salire insieme ad un gruppetto di persone ed uno dei comandanti che ci ha  fatto da cicerone con tantissime spiegazioni , ovviamente io ho capito meno della metà di quello che diceva , ma va bene ugualmente 😉

Come potete immaginare avevo con me la mia fidata e inseparabile compagna , la mia reflex , perciò eccovi qualche foto!!!