LA VALIGIA SUL LETTO …

Sono le sei di mattina ed io sono già sveglia da almeno un’ora,il Safety dorme, ancora per poco 🙂 oggi si parte alla volta di Budapest !!! 

Questo viaggio era previsto per luglio ma abbiamo dovuto anticipare e rimandare invece un altro viaggio per uno stupido imprevisto, ma non mi faccio certo prendere dal panico, skyscanner fedele compagno di mille avventure ha deciso che tra gli innumerevoli luoghi da visitare, questa sarebbe stata la nostra meta.

Prenotato volo e appartamento, preparato programma di viaggio ( sono fissata ), controllato il meteo, scaricato guide in pdf e segnato le varie curiosità, ora siamo pronti per visitare questa bella città affacciata sul Danubio, pronti per la crociera serale con cena a bordo, per la visita ai castelli della città e tanto altro che vi mostrerò al mio ritorno.

Una parte del viaggio particolare sarà dedicata alle esperienze culinarie, come di consueto cercherò un bel libro di cucina tipica ungherese come mio personale souvenir , girerò per il meraviglioso mercato coperto alla ricerca di ottima paprika, salame e vini tipici 🙂

Ma ora vado a svegliare il Safety , ardua impresa, probabilmente accompagnata da qualche granata avrò più successo 🙂 vi lascio con qualche foto presa dal web in attesa di mostrarvi le nostre ❤

ZUCCHERIAMOCI

La settimana scorsa era il compleanno del mio adorato Safety, giovincello lui , solo 32 anni ❤

Purtroppo trascorso a lavoro, le ferie le prenderà da questo weekend e poi vi parlerò della nostra meta 🙂 🙂 🙂

Ma ora passiamo alle cose serie, le torte ❤  lui non è un amante delle feste di compleanno come me, perciò si è limitato ad un pranzo a lavoro coi colleghi e la sera in ristorante a cena con me.

Ma la torta non potevo non farla e allora sabato pomeriggio ho tirato fuori un pochino di creatività, volete vedere che è venuto fuori?

Ovviamente ne abbiamo mangiato solo due fettine e il resto è partito in ufficio per evitare ogni tentazione 🙂 non vorrei che mi si restringessero i jeans 😉

Vi lascio anche il link con la RICETTA ❤

NESTINARI E LE DANZE SUI CARBONI ARDENTI

Ovviamente non si può andare via dalla Bulgaria senza aver visto i Nestinari.

Chi sono questi personaggi dal nome bislacco? Sono dei danzatori sui carboni ardenti , che nei giorni dei santi Costantino ed Elena, il 3 e 4 giugno organizzano in alcuni villaggi a sud della Bulgaria, vicino al confine con la Grecia, dei grandi cerchi pieni di carboni ardenti in mezzo alla piazza del villaggio e con dei quadri rappresentanti icone Ortodosse iniziano a ballare sui carboni ardenti.

Tradizionalmente, il diritto di eseguire il rituale era ereditario e il capo “nestinar” poteva essere succeduto solamente da suo figlio o sua figlia e solamente quando egli stesso (ma può appunto anche essere una donna) diveniva troppo vecchio o malato per continuare ad eseguirlo. La casa del capo “nestinar” inoltre era sacra e ospitava la stolnina(столнина), una piccola cappella dove erano sistemate le icone di vari santi, così come il tamburo usato specificamente per il rituale e ritenuto capace di curare colui che lo suonava.

“Il giorno del rituale gli abitanti del villaggio si recano alla “stolnina”, guidati dal capo “nestinar” e dal prete, che qui incenserà le icone e gli altri “nestinari”, trasferendo loro simbolicamente il potere spirituale e l’ispirazione. La gente procede dunque verso una fonte sacra, dove verrà mangiato un montone offerto al santo.

Dopo il tramonto, la folla costruisce un grande fuoco e danza l'”horo” (una tradizionale danza circolare bulgara) fino a che il fuoco si spegne, lasciando solamente le braci. Viene allora eseguita la danza a piedi nudi sulle braci ardenti dei “nestinari”, che costituisce il culmine della notte, accompagnata dal battito del tamburo sacro e dal suono dellagaida (una sorta di cornamusa balcanica). La credenza vuole che alcuni dei danzatori raggiungano uno stato di trance religiosa durante il ballo, che permetterebbe loro di non bruciarsi i piedi e di non provare dolore.

Nel corso del XX e del XXI secolo questo rituale è stato largamente reso più commerciale ed è ora eseguito per i turisti stranieri in tutte le località turistiche bulgare sul Mar Nero, da persone che hanno poco a che fare con la tradizione originale e che, pur eseguendolo ancora a piedi nudi, utilizzano un lubrificante per evitare di scottarsi.

Il rituale è sopravvissuto anche (con il nome di αναστενάρια, anastenária) tra la popolazione di alcuni villaggi della Grecia settentrionale, che vivevano un tempo assieme ai bulgari nelle aree interne dei Monti Strandža, ma si sono poi trasferiti in Grecia in seguito alle Guerre Balcaniche.” wikipedia

Uno spettacolo unico e suggestivo che ovviamente non mi sono persa 🙂

In cucina con creatività

Come ormai sapete benissimo la dieta la domenica non vale e non è possibile non preparare un bel dolcetto per la colazione, ma questa settimana ho abbondato 🙂 ho preparato anche qualcosina da gustare quando si ha voglia di fresco .

Abbiamo conosciuto degli italiani qui a Burgas che hanno aperto una gelateria a Sunny Beach, bellissima zona di mare che vi devo ancora mostrare, viene chiamata l’Ibiza dell’est… infatti pullula di inglesi , tedeschi e americani in cerca di divertimento!!!

Ma torniamo a noi 🙂 questi ragazzi italiani ci hanno offerto un sorbetto buonissimo che si chiama espressino , non l’avevo mai assaggiato a dire il vero e, nonostante io non sia un’amante del caffè mi ha subito catturata ❤

Ovviamente ho deciso di farlo a casa , ma con qualche variante, sia mai che io non debba cambiare qualcosa 🙂

L’ho voluto preparare dandogli maggiore consistenza , quasi come quella di un semifreddo e servirlo dentro delle tazzine di pasta frolla realizzate a mano da me ❤

La ricetta la trovate qui

Questo dolcetto per il sabato sera è risulatato perfetto , mentre per la domenica ho fatto delle tartellette ripiene di crema al mascarpone e ciliegie fresche, e una crostatina con crema al mascarpone e nutella, sia mai che al Safety manchi la nutella !!!

E ora ? beh adesso andiamo in palestra a smaltireeeeeee!!! Buona giornata ❤