In cucina con creatività

Come ormai sapete benissimo la dieta la domenica non vale e non è possibile non preparare un bel dolcetto per la colazione, ma questa settimana ho abbondato 🙂 ho preparato anche qualcosina da gustare quando si ha voglia di fresco .

Abbiamo conosciuto degli italiani qui a Burgas che hanno aperto una gelateria a Sunny Beach, bellissima zona di mare che vi devo ancora mostrare, viene chiamata l’Ibiza dell’est… infatti pullula di inglesi , tedeschi e americani in cerca di divertimento!!!

Ma torniamo a noi 🙂 questi ragazzi italiani ci hanno offerto un sorbetto buonissimo che si chiama espressino , non l’avevo mai assaggiato a dire il vero e, nonostante io non sia un’amante del caffè mi ha subito catturata ❤

Ovviamente ho deciso di farlo a casa , ma con qualche variante, sia mai che io non debba cambiare qualcosa 🙂

L’ho voluto preparare dandogli maggiore consistenza , quasi come quella di un semifreddo e servirlo dentro delle tazzine di pasta frolla realizzate a mano da me ❤

La ricetta la trovate qui

Questo dolcetto per il sabato sera è risulatato perfetto , mentre per la domenica ho fatto delle tartellette ripiene di crema al mascarpone e ciliegie fresche, e una crostatina con crema al mascarpone e nutella, sia mai che al Safety manchi la nutella !!!

E ora ? beh adesso andiamo in palestra a smaltireeeeeee!!! Buona giornata ❤

DOLCI SENZA ZUCCHERO? SI, GRAZIE !

Ok , sono in pienissima fase dieta, di quelle toste ma efficaci 🙂 ma non rinuncio mai e poi mai al gusto e dopo mille discussioni con una nutrizionista che era convinta di piazzarmi dei pasti monotematici di pasta , carne e insalata e successiva sfanculata da parte mia mi sono decisa a farmi una bella dieta per conto mio.

Essendo stata per 11 anni vegetariana , qualcosina di alimentazione la conosco, so come bilanciare la dieta cercando di ridurre al minimo la carne , ormai imbottita di ormoni e antibiotici per prediligere le mie tanto amate verdure e legumi 🙂

Ovviamente essendo un’amante dei fornelli si sprecano le sperimentazioni ahahhahaa devo dire, magari per puro culo tutte bene riuscite, una di queste è la torta di mele senza zucchero , senza burro e senza olio…. senza torta penserete voi chesietedeitremendimalfidati !!!! Ma non è così. il risultato è decisamente sano e saporito e permette alle persone, non  solo a dieta come me, ma persone con delle patologie come diabete di poter gustare un dolcetto senza timore alcuno…

Come sempre per la ricetta basta cliccare sulla foto che vi porta al mio blog di cucina Una donna con la valigia ai fornelli !!!

IMG_1490

BUONA DOMENICA !!!

Non può mancare il mio dolcetto della domenica che per la prima volta vi presenterò nel nuovo blog di cucina , cliccate sulla foto per vedere la ricetta.

Oggi una sperimentazione al cioccolato bianco direi anche ben riuscita !!! Come al solito non mancherà Minù che va matta per la colazione 🙂

10743450_10152729406791329_576037251_n (1)

HALLOWEEN PARTY

Con questo post inauguro il mio nuovo blog esclusivamente di cucina su GIALLO ZAFFERANO, vi mostro i manicaretti preparati per halloween…. sono disgustosamente buoni ahahahah!!!

Myworld ai fornelli

My world ai fornelli

L’OROLOGIO BIOLOGICO E I MIEI PRIMI PARAFRITTUS

Eccomi, lo so che è presto, è domenica , è perfino cambiato l’orario e si può dormire un’ora in più… andatelo a spiegare al mio orologio biologico !!!!

Occhi spalancati dalle cinque di mattina… che fare? Mettere in forma per la seconda lievitazione i miei parafrittus , tradotto letteralmente dalla lingua sarda ” frati fritti” , anche se in tanti li chiamano fatti fritti… insomma , nascono pure grandi polemiche fra donne sarde sulla reale origine del nome , ma, a dire il vero , io mi preoccupo più del fatto che siano buoni 🙂

Vecchi ricordi tornano alla mente con questi dolci, mio padre mi racconta di quando ,da bambino , a casa era una gran festa perchè  mio nonno,panettiere e pasticcere , li preparava.

Famiglie numerose, a volte anche allargate, con tanti nipotini in casa che attendevano con gioia di poterli gustare, ma forse la festa stava nella tradizione, nello stare tutti insieme, preparare chili e chili di impasto ,attendere tra le chiacchiere la lievitazione ,poi le donne si occupavano della frittura….

Profumi , colori e sensazioni di una volta ormai perse nel tempo… si sottovaluta il potere della cucina, centro della casa e di aggregazione familiare…. provate a fare festa davanti ad un piatto di spinacine surgelate !!! 😦

Come al solito sto divangando, torniamo al presente e alla ricetta dei miei PARAFRITTUS ❤

RICETTA:

*** Frati Fritti ***
Ingredienti :
400 gr di farina manitoba
600 gr di farina 00
150 gr burro
30 gr di lievito di birra
100 gr di zucchero
450 ml di latte intero
4 uova
50 gr di filiferru ( potete usare una qualsiasi grappa ) 
La scorza di 1 arancia e di 1 limone

PROCEDIMENTO:
Sciogliere il lievito , in un po di latte tiepido , unire lo zucchero e lavorare ( io faccio a mano, ma se volete usare la planetaria) la farina, il latte lentamente , e piano piano , le uova … infine il resto degli ingredienti .

Lavorare per  bene ! Lasciate lievitare per almeno tre ore ( io ho impastato verso l’ora di cena e lasciato lievitare tutta la notte)in un recipiente coperto con la pellicola trasparente, ora potete procedere a dare la forma di ciambelle facendo delle palline con l’impasto , aiutandovi con la farina e creando un buchino all’interno con le dita, se preferite usate delle formine tonde per dolci 🙂

Lasciate lievitare per un’altra ora e poi procedete con la frittura in abbondante olio di arachidi . Una volta dorate, scolatele bene e poggiatele su della carta assorbente, poi procedete a cospargerle di zucchero semolato.

Ora che sono pronte preparate le papille gustative a questa delizia 🙂 non fatele sfreddare mi raccomando !!! 

 

 

 

MINI CAKE ALL’ARANCIA

Nella mia terra, la Sardegna , esiste un dolce che si chiama in sardo Pardula e in italiano viene tradotto con il termine formaggella, neanche a dire quanto io ne vada ghiotta !!!! 

Ho cercato di trasformarlo in una torta o meglio in questo caso un tortino , visto che ho utilizzato uno stampo da 11 cm di diametro ma voi potete , raddoppiando le dosi che vi darò ora fare una bella torta per tutta la famiglia 🙂

MINI CAKE ALL’ARANCIA 

1 uovo

100 grammi di zucchero

50 grammi di farina

50 grammi di fecola di patate

100 grammi di ricotta

zafferano

1 scorza d’arancia grattugiata

il succo di metà dell’arancia che avete grattugiato

lievito per dolci

1 pizzico di sale

CREMA 

50 grammi di ricotta

scorza d’arancia grattugiata 

zafferano 

1 cucchiaio di zucchero

PROCEDIMENTO

Mettete in una terrina il tuorlo dell’uovo , unite lo zucchero e amalgamate fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungete la ricotta e evitate la formazione di grumi, aggiungete la scorza dell’arancia e lo zafferano e procedete sempre amalgamando bene, aggiungete ora la fecola,la farina , il lievito e un pizzico di sale.

Da parte montate a neve l’albume dell’uovo che unirete poi al resto dell’impasto.

Ora procedete con la crema mettendo semplicemente ricotta, zucchero , scorza d’arancia grattugiata e zafferano, amalgamate il tutto al fine di eliminare ogni piccolo grumo.

Ora versate nella tortiera, imburrata e infarinata metà del composto per la torta, poi versate la crema e coprite col restante impasto .

Cospargete la superficie con abbondante zucchero semolato e infornate a 17o gradi per circa 35 minuti.

BUON APPETITO !!!!!

 

 

VELLUTATA PROFUMATA AL ROSMARINO

Quando ieri ho cucinato la zucca in forno e ho preparato la purea, ottima anche da mangiare così semplicemente col cucchiaio , ho notato subito che era tanta 🙂 meglio così ho pensato tra me e me ❤ e allora ho deciso semplicemente di aggiungere qualche mestolo di brodo di pollo e fare una buonissima vellutata da accompagnare con dei grissini casalinghi al rosmarino ( fatti con gli avanzi di pasta da pizza) , per dare croccantezza al piatto ho aggiunto dei semi di zucca tostati e qualche goccia di panna acida , e voila il mio pranzetto di oggi….

Ora vado a controllare l’impasto della pizza per questa sera…è venerdì non si può sgarrare ❤

Ricetta

500 grammi di zucca

300 grammi di patate

1 porro

 1 litro di brodo 

sale

semi di zucca

panna acida

Procedimento

Tagliate la zucca e le patate a dadini, fate soffriggere in poco olio evo un porro tritato finemente dopo qualche minuto aggiungete la zucca e le patate tagliate a dadini,versate il brodo, coprite e  fate cuocere per circa un’ora a fiamma media, aggiustate di sale se necessita.

Prendete il frullatore ad immersione e direttamente nella pentola frullate bene al fine di ottenere un composto vellutato e senza grumi.

Potete ora versare nei piatti e arricchire con dei semi di zucca ( ovviamente sgusciati) e un cucchiaino di panna acida, oppure per i più conservatori un velo di parmigiano grattugiato e crostini dorati al forno 🙂

P.s. Potete ottenere lo stesso risultato lessando patate intere e zucca a grosse fette durante la cottura del brodo stesso 🙂

Buon appetito!!! ❤

 

 

CUORI DI ZUCCA

Ok fermatemi, perchè quando inizio con le zucche non mi fermo più… oggi dovevo fare gli gnocchi e invece , come al solito , improvviso 🙂 , ho deciso di preparare dei ravioli di zucca , stamane ho avuto l’ispirazione appena sveglia , e prima di andare in palestra ho infornato la polpa di zucca per portarmi avanti col lavoro .

Sono venuti fuori dei carinissimi e ottimo ravioli ora vi dico un pochino come li ho preparati…

INGREDIENTI:

 2 uova

2 etti di farina ( se non basta aggiungete )

3 cucchiai di purea di zucca 

La purea l’ho ottenuta mettendo la zucca tagliate a pezzetti in una teglia e infornata con un filo d’olio extravergine, sale e un bicchiere d’acqua , ho lasciato cuocere a circa 180 gradi per 30 minuti. Una volta cotta l’ho passata nel frullatore ad immersione per ottenere una purea .

PER IL RIPIENO :

25o grammi di ricotta 

sale 

zafferano

100 grammi di zucca rosolata a dadini con un porro 

In questo caso ho usato la panna acida per condirli ma le scelte sono vaste, a parte infatti ho anche preparato una crema di pecorino come seconda opzione .

Ecco a voi i cuori di zucca ❤

 

 

IL MESE DELLE ZUCCHE

Le adoro, di ogni forma e colore, grandi e piccole…. sono davvero una passione!!!!  Parlo proprio delle zucche … anche se tradizionalmente sono poco usate nella cucina sarda qualche anno a questa parte l’ho inserita nella mia alimentazione e ne sono soddisfatta per la sua versatilità dal dolce a salato.

Oggi la propongo in un risottino semplice e gustoso ,  guardate un pochino come ho deciso di servirla 🙂

RICETTA 

400 grammi di riso per risotto

300 grammi di zucca 

1 cipolla

1/2 bicchiere di vino bianco 

1 litro di brodo ( a scelta, di pollo o vegetale )

50 grammi di burro 

sale 

Per prima cosa pulire e tagliare a dadini la zucca fatela rosolare in una casseruola per 5 minuti poi aggiungete qualche cucchiaio di brodo e copritela, fatela cuocere per circa 15 minuti. Una volta cotta passatela col frullatore ad immersione e nel frattempo mettete il riso a tostare con due terzi del burro.

Una volta tostato il riso aggiungete il vino e fate sfumare , aggiungete la crema di zucca e il brodo ( un po per volta ) fino a cottura ultimata, togliete dai fornelli e fate mantecare con il burro rimasto.

Condite a piacere con parmigiano , se invece volte aggiungere un tocco di affumicato al piatto vi consiglio di aggiungere durante la mantecatura della scamorza affumicata a dadini .

Buon appetito 🙂

UN AMORE DI COLAZIONE

Eccomi qua come ogni domenica a presentarvi la nostra colazione ❤ che questa volta sarà all’insegna dei cuori e della sofficità …. ha avuto un ottimo riscontro , il mio Safety era davvero entusiasta dei biscottini ma soprattutto della girella che è davvero una meraviglia , si scioglie in bocca…  Domani vi metterò la ricetta di tutto ma per ora solo le fotine … un bacione e buona domenica a tutti !!!