IL CORAGGIO DI UN EROE

Il mare esige rispetto e timore.

Troppo spesso ci si dimentica che dietro quei colori meravigliosi e cristallini che la mia terra ci regala si nascondono delle insidie, soprattutto per chi non le conosce e non presta il dovuto rispetto a questa immensa forza della natura.

Tante vittime quest’anno nei nostri mari, per troppo ardore, troppa sicurezza oppure semplicemente incoscienza.

Tra le vittime spicca un nome, non una vittima qualunque, non uno sciagurato, ma un eroe che ha dato la vita per salvare due persone dalle fauci del mare impetuoso.

Si chiamava Vincenzo Curtale e aveva solo 41 anni, non ha esitato un solo momento a buttarsi tra le onde  per salvare due turisti veneti che , nonostante la bandiera rossa sventolasse all’impazzata, hanno sfidato il mare e con la loro sciagurata azione hanno portato alla morte il loro salvatore.

Li ha salvati entrambi, è tornato a riva esausto e un malore l’ha portato via… come le onde del mare che rapiscono e che prima o poi restituiscono tutto…

Le polemiche si sprecano, bagnino, non bagnino…. ma il buonsenso dov’è finito? Si ha così poco rispetto della propria vita e della vita altrui che abbiamo bisogno di continue regole, continue sanzioni?

Intanto una persona è morta e i due turisti sono rientrati col primo volo a casa loro…  alle loro spalle solo una bara per una giovane vita spezzata di  un’eroe che non c’è più !!!

Enzo-Curtale-Foto-da-Pagina-Facebook-di-Mirko-Zaru--300x189

TROTTERELLANDO PER ZEEBRUGGE

Vorrei parlarvi oggi della città che mi ospita, si chiama Zeebrugge ed è una frazione di Bruges ( o Brugge , come preferiscono chiamarla qui ).

Letteralmente significa, Bruges sul mare… qui si parla il fiammingo ( olandese) e appunto zee significa mare.

Le lingue ufficiali in Belgio sono tre, francese ( per mia fortuna ) , olandese e tedesco, senza contare che tutti parlano perfettamente inglese, se faccio il paragone con l’Italia mi vengono i capelli dritti, siamo onesti…

Si tratta di un isolotto collegato da dei ponti levatoi ( mi fa pensare ai castelli delle fiabe ) con un grande porto commerciale e turistico in cui ogni giorno attraccano mercantili e navi da crociera .

A proposito, notate nulla di strano nella foto che ho fatto da casa mia 🙂

11798586_10153330024466329_1705143084_n

Città piccola, incredibilmente pulita e serena, dove tutti girano in bicicletta e non si curano dei 10 gradi mattutini nonostante sia luglio, ed escono in canotta e infradito 🙂

Devo dire che questo posto mi rilassa, mi ha fatto venire voglia di comprare la bicicletta, anche se quella che voglio io, cioè pieghevole , è terminata e devo aspettare un po’… sono impaziente ❤

La vita scorre tranquilla, tra le lunghe passeggiate mattutine sul lungomare o per le vie del centro, ad osservare tutto ciò che cattura la mia attenzione, come per esempio un curioso aggeggio per essiccare il pesce 🙂 oppure i più svariati numeri civici che, a quanto pare ognuno può mettere come gli pare e piace !!!

La cosa più bella di vivere in luoghi sempre diversi è apprendere la loro cultura,  abitudini e viverle quotidianamente, cogliere e fare proprie le parti migliori ,è una continua crescita personale e ringrazio di avere la possibilità di viverla ogni giorno!!!

Ora vi faccio fare una passeggiata insieme a me …

PIRATI ED EDUCAZIONE AMBIENTALE…

Sono sempre in movimento e macino chilometri ogni giorno tra esplorazioni o semplici passeggiate per la città e i suoi meandri nascosti.

Il bello dei bulgari e degli abitanti di Burgas nello specifico è la loro partecipazione agli eventi cittadini, siano essi importanti oppure di poco rilievo, le persone si affollano con grande enfasi ad ogni piccolo , grande evento organizzato per loro e questo gli fa davvero merito perchè rendono la città sempre molto viva.

Cosa avrò scovato di bello stavolta da mostrarvi?

Essendo sempre super informata grazie ad internet ( che non smetterò mai di ringraziare ) ho deciso che invece di andare in spiaggia visto il forte vento sarebbe stato carino andare a vedere una piccola imbarcazione che si trova nel porto turistico (appena costruito) che mi sa di nave dei pirati!!!

Come avrete già capito, sono come una bambina , amo tutto ciò che mette in moto la fantasia, i pirati sono davvero interessanti e dopo l’interpretazione di Johnny Depp sono pure sexy 🙂

La cosa carina è che questa imbarcazione viene utilizzata per fare educazione ambientale per grandi e piccini , segno di grande civiltà e voglia di cambiare, infatti fa parte di un progetto più ampio che vede i cittadini volontari che puliscono spiagge e aree protette, davvero una bella iniziativa !!!

RACCONTI DI VIAGGIO: ULTIMO GIORNO A TROMSO

Ci svegliamo finalmente ad un orario umano , abbiamo la giornata libera da escursioni in quanto dopo la mezzanotte imbarcheremo sull’ Hurtigruten, il noto postale dei fiordi che ci porterà in tre giorni a Bergen per la nostra ultima tappa .

La giornata è dedicata a trotterellare per Tromso e fare un pochino di shopping natalizio, che non guasta mai !!!

Dopo una lauta colazione norvegese a base di ogni ben di Dio, perfino il carpaccio di salmone fresco 🙂 il mio Safety, che non ama propriamente il salmone mi guardava sconcertato ahahahaah 🙂

M i spiace di non aver fatto foto al buffet , ero troppo impegnata e si sa, è maleducazione scattare foto con la bocca piena 😉

Eccoci pronti, avvolti dalla notte polare che ci scombussola un pochino , siamo pronti 🙂 Cerco subito una libreria , ormai è diventato un rito per me comprare il ricettario di ogni paese che visito , di solito li trovo in italiano , ma qui non è stato possibile perciò mi sono accontentata di quello in inglese e da un supermercato ne ho preso uno in omaggio di ricette tipiche natalizie tutto in lingua norvegese… chissà se avrò la pazienza di tradurre?!

10565769_10152785662266329_1572953590_n

Ovviamente non possono mancare souvenir natalizi e magneti, c’è un mondo intero sul mio frigorifero 🙂 ma la cosa che mi diverte di più è entrare nei supermercati e vedere i cibi locali, spezie , salse , e tutte le cose buone e tipiche di ogni cucina, peccato che molti articoli che avrei voluto fossero freschi e non ho voluto rischiare…. ma in compenso ho rifornito il safety con le famose barrette di carne di renna essiccata che ci hanno offerto la meravigliosa notte dell’aurora boreale.

10819104_10152813482711329_84393559_n

 

Io invece non ho saputo resistere ad una cosa che voglio fare da anni , ma che per un motivo o per l’altro non faccio mai…. sono come una bambina a Natale , passerei il tempo a decorare e cucinare ❤ ❤ ❤

10815899_10152785854066329_795899283_n

 

In men che non si dica arriva il pomeriggio , prepariamo le valigie per essere pronti e attendiamo con ansia di salire sulla nave che ci porterà in mezzo ai fiordi.

Finalmente è oraaaaa!!! Facciamo il check in e prendiamo possesso della nostra cabina, non sono abituata agli spazi ristretti delle navi… non le amo molto a dire il vero, ma l’idea di fare diverse tappe in mezzo fiordi e visitare diversi posti bellissimi mi attrae troppo!!!

Sono quasi le due del mattino e finalmente andiamo a dormire… ci aspetta un lungo viaggio… più lungo di quanto potessi immaginare , poi scoprirete perchè !!!

“TRAVESTIMENTI ANIMALESCHI”

Buongiorno dalla fresca e oggi parecchio nebbiosa Burgas!!!

Ultimamente ho guardato più documentari del solito per via del mio imminente viaggio in Norvegia , sono sempre rimasta incantata dalle immagini riprese e mi sono sempre chieste il modo in cui venissero riprese quelle immagini , cogliere certi momenti degli animali selvatici è davvero difficile e spesso rischioso… ieri ho avuto la mia risposta ,è stata fantastica e mi ha divertita parecchio !!!

Guardate in queste foto come l’uomo furbescamente si ingegna per camuffare le telecamere destinate a documentari e studi scientifici 🙂

UNA “GOCCIA” NEL MARE

C’era una volta un mare bellissimo e incontaminato in cui i pesci grandi e piccini nuotavano felici come in una danza di mille colori…

Ma poi arrivò l’uomo moderno… e fece scempio del mare, inquinandolo, distruggendolo, depredandolo in ogni modo, sterminando specie intere per il vile scopo di lucro.

In questo mare tanto martoriato un giorno nacque un delfino, si chiamava Goccia e viveva nelle bellissime coste della Sardegna , lui stava sempre vicino alla sua mamma ed era diventato la mascotte degli abitanti della piccola città sul mare in cui era nato, tutti cercavano di vederlo per fargli anche solo un salutino e lui sguazzava felice e si faceva ammirare .

Ma poi arrivò l’uomo moderno…. e fu la fine del piccolo Goccia, niente più schizzi in acqua con la sua mammina , niente più piroette per farsi ammirare… di lui rimane solo la carcassa oltraggiata per venderne le carni, il suo piccolo corpicino giace sulla spiaggia e la sua mamma lo cerca…. invano…

Addio piccolo Goccia… il genere umano ha tradito la tua fiducia… ❤

P.s. non metterò la foto del piccolo oltraggiato dalla feccia umana… preferisco ricordarlo felice….

golfo_aranci_morto_delfino_goccia_era_la_mascotte_dell_isola_di_figarolo-0-0-419396

BOCCONCINI DI TONNO FRESCO CROCCANTI

Incantata davanti al bancone della pescheria sono rimasta attratta da delle bistecche di filetto di tonno fresco davvero invitanti!!!

Come cucinarlo??? I modi sono tanti ed è talmente buono che si può fare anche semplicemente alla griglia o in padella con un pochino di aceto balsamico, ma volevo provare qualcosa di diverso ecco cosa vi propongo 🙂

RICETTA:

1 trancio di tonno fresco 

semi di sesamo

olio evo

sale

aceto balsamico

salsa all’aglio

pomodori ciliecini 

Semplicissimo e gustoso , ottimo da servire anche come antipasto in una cena con menù di mare, basta tagliare a bocconcini il filetto del tonno fresco e passarlo nei semi di sesamo per creare una panatura che una volta passato in padella con poco olio evo diventerà croccante fuori e tenero dentro, il tonno infatti non ha bisogna di troppa cottura, dentro deve mantenere un colore rosso quasi da sembrare una bistecca al sangue.

L’ho servito con una salsa all’aglio delicata e  con pomodori ciliegini con glassa di aceto balsamico.

LINGUINE AL PESTO DI ZUCCHINE E GAMBERONI

Avrei voluto le trofie fresche ma non le ho trovate e decisamente non avevo il tempo di prepararle a mano, allora ho ripiegato con le linguine 🙂 

Il mio pesto di zucchine è semplicissimo, basta prendere una bella zucchina freschissima, una manciata di mandorle , abbondante basilico , uno spicchio d’aglio , olio evo , sale e grana grattugiato e mettere gli ingredienti nel tritatutto. 

Una volta preparato il pesto basta rosolare dei buoi gamberoni freschi e il gioco è fatto, come sempre la semplicità e la purezza dei prodotti freschi senza troppe lavorazioni è fantastica !!! 

PAELLA DE MARISCO

La paella mi piace in tanti modi,valenciana, fideua , nigra una più buona dell’altra specialmente se accompagnate da un bicchiere di sangria o in alternativa  tinto de verano .

Ma questa volta vi mostrerò la mia paella de marisco preparata con degli ottimi gamberi grigi, cozze e calamari tutto rigorosamente freschissimo !!!

Il segreto per una buona paella secondo me??? Il fumetto di pesce:

teste dei gamberi freschi

un filo di olio evo

peperoncino secco

sale

pepe

paprica dolce

paprica piccante

tre spicchi di aglio

Portare ad ebollizione e lasciare sobbollire per almeno per venti minuti.

IMG_7860.CR2

Nel frattempo che il fumetto bolle procedete con la pulizia di gamberi, e calamari e fate aprire le cozze in una pentola con il coperchio.

Una volta puliti i gamberi ( non tutti alcuni lasciateli per la decorazione ) e calamari , tagliateli a fettine e pulite le cozze dal bisso ed eliminate i gusci ( alcune lasciatele col guscio sempre per la decorazione) .

Eccoci ora ci siamo finalmente, ora possiamo cuocere da parte gamberi, calamari con aglio e prezzemolo perpoi metterli da una parte per essere aggiunti solo nella fase finale della nostra paella.

IMG_7856.CR2

Tritate qualche spicchio d aglio ( in base al proprio gusto personale) un peperoncino piccante, aggiungete la passata di pomodoro , fate cuocere qualche minuto, aggiungete ora il riso per la tostatura e ora proseguiamo versando il fumetto di pesce( che abbiamo ben setacciato con un colino per eliminare le teste dei gamberi) .

Procedete con la cottura, salate, quando mancano circa 8 minuti al completamento aggiungete gamberi, cozze e calamari precedentemente cucinati .

A cottura terminata fate riposare per una decina di minuti e aggiungete gamberi e cozze per la decorazione finale.

BUON APPETITO 🙂

IMG_7844.CR2

E CARBOIDRATI SIANO …

Mi concedo la pasta una o al massimo due volte a settimana mio malgrado 😦 e quando la mangio cerco di farla gustosa ovviamente , io adoro i primi di mare, allo scoglio , alle cozze, al nero di seppia, ai ricci di mare… insomma si vede che sono nata sul mare ❤

Ricetta:

250 grammi di strozzapreti freschi 

2 zucchine

500 ml di fumetto di pesce ( preparato con le teste e il carapace dei crostacei )

1 spicchio grosso 

prezzemolo 

8 mandorle 

10 gamberi 

un bicchiere di vino bianco

una piccola manciata 

Questa volta ho sperimentato una variante alla classica pasta gamberi e zucchine apportando qualche modifica, ho infatti aggiunto alle zucchine, mentre rosolavano, un fumetto di pesce ricavato dalle teste dei gamberi che avevo preparato come secondo la sera prima,( siccome non mi piace sporcarmi le mani mentre mangio , pulisco prima i gamberi freschi )  utilizzato aglio e prezzemolo e vino bianco per rosolare i gamberi che poi avrei aggiunto alle zucchine, per rendere ancora più cremoso il tutto aggiungo una spolverata di pangrattato che si amalgama benissimo ,una volta rosolate le zucchine le ho frullate e ho aggiunto i gamberi con annessa cremina e il gioco è fatto, gli strozzapreti freschi hanno fatto il resto 🙂