LA FORZA DELLA VITA

Non mi stancherò mai di ripetere che certe fotografie immortalano la storia, momenti felici, momenti bui, hanno il potere di fissare nel tempo un istante che cambierà il corso degli eventi futuri.

Oggi posterò quello che per me è un simbolo di rinascita, di come la vita, nonostante tutto, vada avanti , oggi questo simbolo ha il volto di un bambino di soli quattro mesi, salvato dalle macerie dopo il terribile terremoto in Nepal, che ha gettato nel terrore un’intera popolazione, i sopravvissuti a piangere le proprie vittime solo per un attimo, prima di cercare di andare avanti, andare oltre e aiutare i feriti, chi non ha più nulla…

1

UN SABATO CON LA SCOSSA

Ho avuto anche io  la mia prima scossa di terremoto!!!! Ansia allo stato puro…il divano si muoveva i muri dondolavano e io ammutolita dal terrore vedevo la mia micina che si nascondeva sotto il divano.

Il mio primo pensiero è andato a lei, come faccio ad infilarla nel trasportino per scappare?

Epicentro Grecia, qui è arrivata la scossa a magnitudo 5.8 , ha spaccato qualche strada ma non credo abbia fatto altri danni per fortuna.

Dopo i primi minuti di panico in cui la gente si è riversata per strada dopo ha proseguito tutto con la solita calma e placidità tipica di Burgas.

Una delle mie amiche polacche è scappata in strada e non vuole più rientrare a casa sua, dice che tornerà subito in Polonia, poverina si è proprio spaventata.

Tutto sommato me la sono cavata bene visto che di solito mi impanico per molto molto meno 🙂 

Dimenticavo,uno dei pregi, fino ad oggi sottovalutati, della mia terra natia , la Sardegna , è che è antisismica, o almeno così dicono 🙂

Immagine