Quando una foto vale più di mille parole…

Siria-bambina--668x445

IL MALE ASSOLUTO

Credo che tutti o quasi abbiate visto il video o comunque letto la notizia, io non l’ho guardato, mi fa troppo male vedere certe cose.

Siamo arrivati all’apice, alla follia totale, il terrorismo sta prendendo il sopravvento e quello che ne deriverà sarà solo una grande e cruenta guerra, ma a questo punto non penso che si possa fare altro.

Siamo braccati, ci sono cellule terroristiche in tutti i paesi occidentali e forse abbiamo chiuso gli occhi per troppo tempo e questi sono i risultati…

Lascerò parlare questa foto , che vale più di mille parole….

604141_1576964425855596_6636351483547750724_n

PSEUDO VOLONTARIATO RADICAL CHIC !!!

Ho iniziato presto a fare volontariato, avevo circa 13 anni, eravamo un grande gruppo di volontari che facevano “terapia” con manovre motorie secondo il discusso metodo DOMAN , fisioterapista statunitense, ad un bimbo cerebroleso.

Ho fatto da volontaria in centri di ascolto e distribuzione beni materiali, alla mensa dei poveri, con minori a rischio e ragazzi del carcere minorile e sempre ininterrottamente fatto volontariato salvando animali per strada e seguendo colonie feline.

Ma dove voglio arrivare? Sto forse cercando di cantarmela e suonarmela da sola ? No…

Nei miei 36 anni ho pensato diverse volte di andare tramite la chiesa nelle favelas in Brasile o in Africa, ma mi ha sempre frenato l’idea che poi non sarei più tornata a casa…

MAI E POI MAI  mi sarebbe saltato in testa di partire per un paese in guerra , senza un minimo di organizzazione di supporto, senza competenza alcuna e impelagarmi con dei guerriglieri Jihadisti !!!

Sto parlando proprio di loro, delle due ingenue (o stupide) ragazzine affascinate dall’ambiente radical chic che fa tanto figo negli ambienti a bene, gente che non ha nemmeno la minima idea che nella propria città ci sia gente che muore di fame, bambini maltrattati, abusati ogni giorno o animali che subiscono ogni sorta di violenza, a queste persone non importa, alle signorine cresciute nella bambagia piaceva farsi i selfie con le bandiere di popoli che nemmeno conoscono, di cui non sanno assolutamente nulla , questo era il loro interesse , nell’era in cui i giovani pensano che la vita sia un videogame e non capiscono che il game over è crepare sotto una bomba o sgozzate da qualche integralista.

Ma ora sono sono sane e salve, dopo aver PRETESO, anche con arroganza l’aiuto dello stato Italiano , con un pagamento di 12 milioni di dollari ( non ufficiale) che andranno a rimpinguare le tasche di questi terroristi che stanno seminando il panico in tutto il mondo, ma che importa?! Le signorine sono a casa, hanno provato l’ebbrezza di sapere cosa  significa portare il niqab, pure li si saranno fatte qualche selfie ricordo…

Lo stato non ha il denaro per costruire case popolari, per aiutare gli imprenditori che si stanno ammazzando come mosche a causa della crisi e spende per riportare a casa queste due… scusate il cinismo , ma se fosse stato per me sarebbero potute marcire li !!!

Ricordo ancora con livore il salvataggio della Sgrena, che ha causato la morte dell’agente Calipari e la cara signora , non paga di quello che ha fatto ha continuato a sputare nel piatto in cui ha mangiato e continua a mangiare…

Sono indignata e schifata per queste azioni ridicole, dovrebbero avere una punizione esemplare con lavori socialmente utili a vita per il danno all’erario che hanno causato e il ritiro dei passaporti !!!

E con questo concludo perchè il pensiero che non sarà fatto nulla e che queste due signorine ora passeranno le giornate a rilasciare interviste mi fa semplicemente venire il voltastomaco !!!

1421344137-greta

 

Perchè???

Vorrei domandarlo in tutte le lingue del mondo, perchè???? Perchè questa violenza, questo accanimento, questo continuo massacro in nome di una religione…

La strage di Parigi è solo l’ennesimo atto di terrore che si è sviluppato in tutto il mondo.

Può una religione portare a tutto questo?

Tra complottisti e persone esasperate da questa situazione il web è un brulichio di commenti …e intanto la gente muore…

A cosa arriveremo? Me lo sto chiedendo spesso ultimamente , perchè l’odio razziale causato da questi atti sta crescendo e il numero di pazzi fanatici da tutto il mondo che si stanno associando a questa pseudo guerra religiosa cresce esponenzialmente ….

Non ci vedo nulla di buono in questo, a cosa porterà l’esasperazione della gente? Se la storia ci ha insegnato qualcosa, penso proprio a gesti estremi e catastrofici.

Per ora possiamo solo piangere queste ulteriori vittime di questa follia generale… e se devo essere sincera sono sempre più contraria alla costruzione di moschee in Italia , che volente o nolente sono luoghi che con la religione hanno poco a che fare, ma punti di ritrovo per fanatici, lo dico con rammarico verso quelle persone che vivono la propria religione in modo puro , ma non si può più andare così , il lassismo degli stati europei ha portato a questa invasione di cellule terroristiche e si DEVE  porre un freno, una volta per tutte e se saranno necessarie delle restrizioni, ben vengano !!!

NON POSSIAMO CONTINUARE A VIVERE NEL TERRORE !!!

JeSuisCharliePosterGetty

COME NON LI ABBIAMO MAI VISTI: NEMICO PUBBLICO NUMERO UNO

Per anni prima della sua cattura mortale è stato definito il nemico pubblico numero uno da tutti i paesi occidentali, l’uomo che ha fatto tremare il mondo, l’uomo che teneva saldamente le redini di al-Quaida e nonostante fosse nascosto in bella vista continuava a tenere sotto scacco gli americani.

Qui lo vediamo come un ragazzo come tanti, amante delle arti marziali che posa per una fotografia insieme ai suoi compagni, ovviamente stiamo parlando di Bin Laden !!! 

NEVER FORGET

Immagine

Lo ricordo come  fosse successo ieri, nitido come un fulmine nella notte , c’era rumore , attorniata dai bambini, facevo l’educatrice di minori a rischio all’epoca, da poco finito il pranzo, alcuni giocavano, altri guardavano i cartoni , ad un certo punto il silenzio.

I tg hanno interrotto ogni programma per mostrarci in diretta le immagini più incredibili che io avessi mai visto, dopo un attimo di smarrimento di noi educatori e dei bambini , anche loro zitti e immobili davanti a tanto orrore, iniziammo a capire, TERRORISMO, iniziarono a fare domande, alcuni di loro non avevano mai sentito quella parola, gli altri che la conoscevano invece, per la prima volta l’associavano ad un evento concreto, morte e distruzione, panico e dolore, rabbia e lacrime, queste le sensazioni che ricordo ancora oggi, impotenza e incredulità.

A distanza di dodici anni tante teorie e ipotesi sono saltate fuori dal cilindro mediatico , tesi complottiste o meno penso ancora a quei tremila morti, a quelle famiglie distrutte, a quei vigili del fuoco in lacrime impotenti in tanti casi davanti a quello scempio.

Mi limiterò a ricordare quelle vittime accendendo un cero virtuale per loro, senza se , senza ma, senza polemiche o altro, troppo , troppo dolore negli occhi dei sopravvissuti rimane ancora e non credo andrà mai via.

Immagine